Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx
Auto e moto
Vacanze

Polizza auto all'estero: ecco come organizzarsi

Per poter viaggiare serenamente all'estero con la propria auto, occorre organizzarsi al meglio verificando in primo luogo le garanzie comprese nella propria polizza.

29 luglio 2015, Testo: Mara De Gaetano


Per molti le vacanze estive sono già iniziate, ma per tanti altri il momento di partire non è ancora arrivato.

Per questo motivo, se state pianificando un viaggio con la vostra auto, cercate di organizzarvi al meglio non lasciando nulla al caso. Sarebbe opportuno in primo luogo effettuare un tagliando per sincerarsi che il proprio veicolo sia in perfette condizioni e, successivamente, verificare di essere in regola con la documentazione prevista per la circolazione in Italia e all'estero.

Tuttavia, per poter viaggiare in tutta tranquillità con la propria automobile, è fondamentale assicurarsi che la propria polizza sia valida anche oltre i confini italiani, poiché le regole possono variare da
Stato a Stato. Nel caso si decida di recarsi fuori dai confini europei, sarà necessario procurarsi la Carta Verde, un documento che viene rilasciato dall'Ufficio Nazionale di Assicurazione. L'unica  eccezione è rappresentata dalla Svizzera, che impone l'utilizzo di tale documento.

Alcune compagnie spesso forniscono direttamente ai propri clienti la Carta Verde congiuntamente alla polizza auto e senza costi ulteriori, altre invece richiedono una piccola somma aggiuntiva per il rilascio del documento. Con Helvetia sarà possibile ottenerla con poco più di un euro.

E' importante ricordare che l'assicurazione copre sempre i danni causati a terzi in qualsiasi paese dell'Unione Europea. Ad ogni modo, all'estero, non tutte le polizze assicurative coprono altri tipi di danni, come furto e incendio, o i danni fisici subiti dall'assicurato. Il consiglio è quello di sottoscrivere una polizza supplementare che abbia al suo interno anche queste garanzie.

Con la polizza Helvetia, tutte le garanzie sono valide all'estero, purché vi sia "l'estensione Carta Verde". Per avere maggiori informazioni sulla Carta Verde, sui paesi nei quali è richiesta e sulle modalità per ottenerla, è possibile rivolgersi all'UCI, Ufficio Centrale Italiano, con sede a Milano.

www.ucimi.it

Nel caso si stia organizzando un viaggio in paesi che non hanno stipulato una convenzione con l'Italia, occorre ricordare che sarà obbligatorio sottoscrivere contratti di assicurazione specifici a seconda delle vigenti normative. (Polizze Frontiera).

A chi opterà per una vacanza all'interno dei confini europei, ricordiamo che l'RC copre tutti i passeggeri del veicolo, tranne il conducente. Ciò nonostante, nella maggior parte dell'UE è possibile stipulare un'assicurazione supplementare che ricopra anche i danni da lui subiti.

Nel caso la polizza sia stata sottoscritta in un paese che applica una copertura di responsabilità civile più elevata rispetto a quanto previsto dalle vigenti normative europee, si potrà beneficiare di tale
copertura all'interno di tutta l'Unione.

Infine, un ultimo consiglio è quello di munirsi di una copertura Assistenza, valida in Italia e nei paesi che prevedono l'utilizzo della Carta Verde, per far fronte a molteplici eventualità, come guasti al veicolo, incidenti, o spese improvvise da sostenere.


Per saperne di più
Condividi questa pagina