Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
Link1
xxxx







Infortuni
Helvetia

Le avventure di Magda e Furio: la festa di Carnevale

Il modo più semplice e divertente per conoscere il mondo dell'assicurazione.

11 febbraio 2016, Testo: Maurizio Cella

Furio: Magda hai visto che belle le pagelle che hanno preso i nostri ragazzi?

Magda: Si si... beh possono sempre fare meglio... ma in effetti non possiamo lamentarci.

Furio: Che ne dici se gli concedessimo una giornata di relax con i loro compagni? A scuola stanno organizzando una festa per Carnevale e credo ci vadano tutti i loro compagni.

Magda: Si ma Furio ti ricordi cosa è successo l'anno scorso? Che quel bambino ha dato un pugno alla milza all'altro mandandolo al ProntoSoccorso?

Furio: Ma infatti quest'anno è stata organizzata nella ludoteca sotto casa! Lì ci sono comunque dei professionisti a tenerli d'occhio.... e se dovesse succedere qualcosa il nostro agente Helvetia mi ha già assicurato che hanno una polizza con loro!

Magda: Ah perchè anche per queste cose ci sono le assicurazioni?

Furio: Ma Magda siamo nel 2016 e ancora credi che esista solo l'RCA? Luoghi come scuole, oratori e palestre sempre più spesso si assicurano proprio perchè il rischio che qualcuno si faccia male fa parte di quella stessa attività!

Magda: Ah.....ok... vuoi dire che per una volta potremmo starcene soli soletti come quando eravamo fidanzatini?

Furio: Certo Magda e in fondo piu' che un premio per loro lo è anche per noi!

Magda: Va bene allora corro ad organizzare la serata per noi due, ehm, peri bambini! Furio tu mi adori?

Furio: Sì Magda

Magda: E allora vedi che la cosa è reciproca?

 


Per saperne di più
Condividi questa pagina