Mi interessano
?
Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Tutela legale
  • Truffe on line, le vittime sono soprattutto anziani e nonni

    10.12.2021 | Walter Brighenti – DAS | Photo by StockPhotoPro on Adobe Stcok
    Con l’avvento di Internet e dei social è facile incappare in una delle tante truffe online, le vittime sono soprattutto anziani e nonni. È quello che è capitato ad Antonietta e Carlo, dove la truffa è stata in parte “sventata” grazie all’aiuto di DAS, che ha fornito loro le corrette indicazioni per denunciare l’inganno e cautelarsi per il futuro.
truffe online anziani

Truffe on line, le vittime sono soprattutto anziani e nonni

10.12.2021 | Walter Brighenti – DAS | Photo by StockPhotoPro on Adobe Stcok
truffe online anziani
Con l’avvento di Internet e dei social è facile incappare in una delle tante truffe online, le vittime sono soprattutto anziani e nonni. È quello che è capitato ad Antonietta e Carlo, dove la truffa è stata in parte “sventata” grazie all’aiuto di DAS, che ha fornito loro le corrette indicazioni per denunciare l’inganno e cautelarsi per il futuro.

La coppia di anziani svolge un ruolo “sociale” molto importante: sono dei nonni.
È noto il valore fondamentale e la funzione insostituibile che essi rivestono per i figli e per le giovani famiglie appena formate: si occupano dei nipoti, li accudiscono, permettono ai genitori di andare al lavoro, esonerandoli da baby sitter, asili, doposcuola, spesso dai costi troppo elevati.

Sono circa 12 milioni i nonni in Italia. Uno su tre si occupa a tempo pieno dei nipoti e molti destinano i risparmi mensili per aiutare figli e familiari (fonte: “Il Sole 24 Ore”).
Il 35% degli italiani, nel 2017, ha più di 65 anni, cinque punti percentuali sopra la media europea.

Accade, tuttavia, che i nonni, specie se avanti nell’età, si trovino in difficoltà nel compiere delle operazioni che, in altre circostanze, non avrebbero effettuato: devono, ad esempio, tenersi aggiornati sui bisogni dei loro nipotini, eseguire iscrizioni e prenotazioni ai corsi extrascolastici, pagare visite pediatriche ed effettuare bonifici per acquisti legati al settore dell’infanzia. Per comodità, tutto ciò avviene sempre più spesso online, ma senza disporre delle necessarie informazioni per eseguire le transazioni commerciali in sicurezza.

Antonietta e Carlo, quotidianamente, svolgono tutte queste attività, con scrupolo e attenzione, ma senza porsi troppe domande, senza chiedere un chiarimento ai figli, già gravati da mille incombenze, e, soprattutto, sottostimando le insidie del web.

L’errore più frequente è quello di sottostimare le insidie del web, fare affidamento su quanto viene comunicato con una e-mail o indicato in internet senza verificare la provenienza della fonte dell’informazione.

Ecco, allora, che cortesi rassicurazioni inducono l’anziano a fidarsi dell’interlocutore anonimo.

Visitare solo siti internet ufficiali; verificare le modalità di pagamento sullo “store online” del sito internet individuato per l’acquisto; diffidare di telefonate improvvise da parte di imprecisati “Servizi Assistenza”.

Il caso

Una rassicurante voce, quella dell’operatrice di un anonimo call center, chiede ad Antonietta e Carlo una serie di informazioni su costi di bollette, abitudini, dati personali e quant’altro. Si richiamano normative di legge, riforme, si fa riferimento alle liberalizzazioni dei mercati e alla concorrenza e, alla fine, l’attenzione si sposta sul contratto telefonico che, a giudizio dell’interlocutrice, sarebbe troppo oneroso e non aggiornato con i nuovi servizi offerti dal mercato. L’operatrice propone un cambio di contratto con il benestare di Antonietta e Carlo.

Antonietta e Carlo ritengono di fare la cosa giusta: è importante essere al passo con i tempi, ci sono i nipotini, c’è la necessità di navigare in internet, i bambini potrebbero avere utilità nell’accesso a canali interattivi multimediali e, allora, i nonni decidono di sottoscrivere un nuovo contratto, stipulato a voce, per ricevere modem e decoder e passare al nuovo gestore telefonico. Anzi, di più! L’operatrice telefonica, garbata e affettuosa (perché conosce già l’età e l’identità delle vittime), propone direttamente lei la compagnia più vantaggiosa. L’unico adempimento è quello di un versamento tempestivo, mediante bonifico online, per aggiudicarsi la promozione e fruire dei nuovi servizi offerti.

Mai comunicare dati sensibili a destinatari sconosciuti; eventuali variazioni dei termini contrattuali per la fornitura di telefonia e di altri servizi vengono recapitate sempre con raccomandata o a mezzo postale.

Antonietta e Carlo non riceveranno mai il kit per l’accesso ai canali televisivi multimediali. Si sono ritrovati anche senza linea telefonica poiché avevano involontariamente comunicato i codici per la disdetta del contratto. Tuttavia, decidono di parlarne con i figli, che li consigliano di attivare la polizza di tutela legale DAS in Famiglia. Antonietta e Carlo ci contattano per denunciare il sinistro.

In caso di truffa, non vergognarsi di denunciare.

L’avvocato incaricato del servizio ricostruisce l’accaduto, dà le indicazioni corrette per la denuncia alla polizia postale e predispone una querela contro ignoti. Si avviano delle indagini, la giustizia fa il suo corso, si risale alla centrale telefonica di partenza, quella dalla quale la voce “rassicurante” del call center aveva fatto la chiamata. Si scopre la base clandestina, migliaia di contatti privati immagazzinati e pronti ad essere adoperati per nuove truffe.

Antonietta e Carlo non hanno avuto vergogna ad ammettere che erano caduti vittima di una truffa. Adesso sono più preparati perché l’avvocato DAS li ha consigliati per il futuro, su come muoversi in rete ed effettuare acquisti on line in sicurezza.

valore in lite: indeterminato;
durata della controversia: 45 giorni;
spese legali sostenute da DAS per l’assistenza legale prestata (parere, redazione di querela, ecc.): 250 euro.


  • © 2022 Helvetia Compagnia Svizzera d'Assicurazioni SA - P.IVA 01462690155 - Iscr. Albo Gruppi Ass. n° ord. 031 - Helvetia Vita S.p.A. - P.IVA 03215010962 - Società soggetta alla Direzione ed al Coordinamento della Helvetia Compagnia Svizzera d'Assicurazioni SA Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Società con Socio Unico - Iscr. Albo Imprese Ass. n° 1.00142 - Iscr. Albo Gruppi Ass. n° ord. 031 - Helvetia Italia Assicurazioni - C.F.02446390581 - P.IVA 07530080154 - Società soggetta alla Direzione ed al Coordinamento della Helvetia Compagnia Svizzera d'Assicurazioni SA Rappresentanza Generale e Direzione per l'Italia - Società con Socio Unico - Iscr. Albo Imprese Ass. n° 1.00062 - Iscr. Albo Gruppi Ass. n° ord. 031 - Società soggette alla vigilanza dell'IVASS (www.ivass.it)
    · 
  • Via Cassinis, 21
    · 
  • 20139 Milano
    · 
  • 02 5351.1