Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx
Agenzie
Helvetia

Agente o regista?

Mauro Capece è Agente Nationale Suisse di Alba Adriatica e un regista affermato e pluripremiato. Due passioni che si intrecciano in un'unica anima.

25 novembre 2015, Testo: Mara De Gaetano

 

"La cultura, l'arte e la poesia sono i capisaldi di una società civile".
A sostenerlo è Mauro Capece, agente Nationale Suisse da quasi un anno o, se preferite, Mauro John Capece, regista e produttore di lungometraggi e documentari pluripremiati.

Sono davvero molteplici gli spunti di riflessione emersi nel corso della nostra chiacchierata, avvenuta nella sua agenzia di Alba Adriatica: la passione per il lavoro di assicuratore trasmessa dal papà, la voglia di scoprire l'universo della fotografia sin da tenera età e l'amore smisurato per il cinema.

"Sono nato nel 1974 e quest'agenzia è stata fondata l'anno prima dal mio grande maestro, mio padre. Ho iniziato quindi molto presto a respirare quell'aria che ti permette ogni giorno di crescere a contatto con la gente, al servizio della gente. Inoltre, verso i sei anni, ho iniziato a rubare la macchina fotografica al perito per cimentarmi nei primi scatti".

Americano d'origine, dopo essere diventato agente a soli 18 anni, si è trasferito a Roma per studiare cinema fino a quando, a 25 anni, ha deciso di volare oltreoceano per specializzarsi ancora di più in quel di New York.
"Nonostante fossi figlio d'arte ho fatto molta gavetta imparando il mestiere di assicuratore giorno dopo giorno, con costanza e passione.

Un vero agente deve avere tre caratteristiche fondamentali: etica, velocità di pensiero ed efficienza. Inoltre, è fondamentale essere al passo con il progresso tecnologico che impone in primo luogo rapidità d'azione per far sì che il cliente si senta sicuro e tutelato. Non ci si può sentire vincolati ad un orario di lavoro, gli orari non esistono".

L'agenzia di Mauro Capece ha una struttura in costante evoluzione, composta internamente da quattro risorse e totalmente orientata alla soddisfazione e fidelizzazione del Cliente. "Guardo con ottimismo il nostro rapporto di collaborazione con il Gruppo Helvetia, perché la Svizzera rappresenta la patria del pensiero assicurativo e, in periodi di crisi, vi è ormai la seria necessità di fare sul serio".

Abbiamo salutato Mauro per lasciar spazio a Mauro John Capece e alla sua carriera in costante ascesa nel panorama cinematografico d'autore nazionale ed internazionale.
"Un Paese muore quando smette di esportare la propria cultura", ed è proprio ciò che lui si propone di fare, esportando la cultura italiana in tutto il mondo.

"Noi italiani siamo abituati a sottovalutarci, all'estero invece siamo molto amati e apprezzati. Come regista cerco in primo luogo di far emergere la qualità e non mi accontento mai perché è fondamentale migliorarsi, sempre. Per far questo bisogna saper osservare e vivere tra la gente".
Nella sua carriera ha scritto e diretto 37 cortometraggi e 4 lungometraggi. L'ultimo, "La scultura", è stato in concorso in 30 Festival vincendo ben 33 Awards. "Il mio obiettivo è quello di essere più internazionale possibile pur essendo italiano, perché le emozioni che viviamo noi italiani sono le stesse che vivono all'estero. E' importante scrivere le sceneggiature insieme ad altre persone per non correre il rischio di focalizzarsi sulle proprie idee, ma condividerle"

In cantiere numerosi progetti, che ci auguriamo possano ottenere un successo ancora più importante.
A Mauro… e Mauro John… un grande in bocca al lupo!

Per saperne di più: www.maurojohncapece.it
 

Condividi questa pagina