Cookie Privacy Policy

Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx
  • Menu
  • Chi Siamo







Auto e moto
Auto e moto d'epoca
Consigli dell'esperto

Auto d’epoca, classiche, storiche & c.

Auto d’epoca, classiche, storiche: una riflessione.

3 giugno 2014, Testo: Massimo Locati

 

In Italia il numero di auto e le moto “di una certa età” è costantemente in aumento, anche a causa della crisi economica che in qualche modo ha fermato il mercato delle immatricolazioni e, di fatto, ha allungato la vita delle auto.

L’ACI stima che negli ultimi dieci anni siano raddoppiati i veicoli con oltre 20 anni di vita e che in circolazione vi siano più di 4 milioni di vetture con più di 20 anni. Questo vuol dire più di un veicolo circolante su dieci!
Verso questa nicchia di mercato è naturale che, oltre ai club, le federazioni e le associazioni vi sia un interesse crescente anche da parte delle assicurazioni.

Ma la confusione a volte è tanta e la normativa non aiuta: veicolo d’epoca, classico, storico, attestato di datazione e storicità, certificato di rilevanza storico e collezionistica, certificato di identità, registro storico, Asi, Aci, Fmi... tutti termini e sigle con i quali bisogna fare i conti.
Da anni si parla di una legge che regolamenti l’intero settore e che tuteli quei veicoli che veramente possano essere considerati “storici” e che non siano solo “vecchi”, ma al momento è tutto fermo.

Helvetia è presente sul mercato con un prodotto specifico da molto tempo, la polizza Helvetia InMovimento Veicoli d’Epoca, che proprio in funzione della semplificazione e dell’attenzione verso i clienti da pochi mesi ha ricevuto importanti aggiornamenti. Da una parte, infatti, è stato introdotto l’innalzamento della vetustà del veicolo assicurabile e dall’altra è stata ulteriormente semplificata la documentazione necessaria alla stipula del contratto. Modifiche importanti che hanno incontrato l’apprezzamento non solo dei vecchi ma anche dei nuovi clienti, visto l’aumento del numero di polizze emesse nel corso dell’ultimo anno.

Continueremo comunque a monitorare il mercato e a seguire “da appassionati” il settore, per offrire un prodotto sempre aggiornato dal punto di vista delle garanzie e concorrenziale dal punto di vista del costo.
 

Condividi questa pagina
Please check your internet connection