Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze, ma consente l'invio di cookie "terze parti". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
    Purtroppo non abbiamo trovato dati corrispondenti.
Link1
xxxx
Casa
Responsabilita civile

Stasera grigliata!!!

Cosa c'è di più bello in estate di una grigliata in famiglia o con gli amici? Il vicino però potrebbe sentirsi disturbato dai fumi oppure, ridendo e scherzando, una disattenzione è facile e scoppia un incendio. Cosa fare allora?

3 agosto 2015, Testo: Emanuela Abbondi

 

L’estate è il tempo delle grigliate. E se il vicino ci suona il campanello e si lamenta del fumo?

L'art. 844, comma 1 del Codice Civile regola la tutela dei diritti e dei doveri di un possessore di barbecue nei confronti del vicinato. In linea generale è consentita l'emissione di fumi (di qualsiasi provenienza), purché questi non superino il limite di tollerabilità. Ora se parliamo di rumore è facile, possiamo misurarlo con i decibel, ma con i fumi come facciamo? Qual è il limite di tollerabilità?

Qui ci pensa, di volta in volta, il giudice di pace con il proprio limite di discrezionalità!

In ogni caso ogni comune può emanare un Regolamento più restrittivo in materia. Perciò preoccupati in primis di verificare se e cosa il tuo comune di residenza ha stabilito in merito.

Se poi vivi in condominio, anche il regolamento condominiale può imporre delle limitazioni all'uso del barbecue. Ricorda quindi di dare una lettura anche a questo!

Per i barbecue tradizionali valgono poi le norme ordinarie relative ai margini di distanza di sicurezza da rispettare sia all'aperto sia in locali chiusi. È fondamentale non scegliere collocazioni che potrebbero facilitare la propagazioni di fiamme, così da causare un incendio. Cerca quindi di isolare il barbecue da qualsiasi oggetto e vegetazione infiammabile.

Particolare attenzione è poi richiesta specialmente con le griglie a carbone: queste causano un fumo denso e pungente e possono disturbare i vicini anche a grande distanza.

La griglia non dovrebbe mai essere lasciata incustodita per molto tempo, infatti sia un difetto tecnico sia il grasso che cola possono causare un incendio. Una causa frequente di incendi è anche lo smaltimento non corretto della cenere. Quando si rimuove la cenere dal braciere verifica bene che sia completamente spenta. Se, invece, la cenere fosse ancora accesa, allora sarà il caso di posizionarla all'interno di un contenitore metallico e attendere il suo completo spegnimento. In ultimo occorrerà eliminarla. Tieni presente che la cenere è un ottimo fertilizzante per fiori e piante. In alternativa puoi smaltirla con i rifiuti organici

E se scoppia un incendio?
Se nonostante tutte le precauzioni si genera un incendio che danneggia l’appartamento o la casa, i costi vengono sostenuti dall’assicurazione sulla Casa.

Lo stesso vale quando scoppia un incendio durante una grigliata all’aperto. Anche qui in linea di principio sussiste la copertura assicurativa con l’assicurazione responsabilità civile della famiglia. Per ogni caso di sinistro tuttavia si verificherà se la zona consentiva il campeggio o meno. Le normative vigenti devono sempre essere rispettate altrimenti l'assicurazione non copre i danni.
 


Per saperne di più
Condividi questa pagina