Mi interessano
?
Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Viaggi

Sognando l'est: alla scoperta di lubiana, la sorprendente capitale slovena

Lubiana, una capitale in miniatura a zero tasso di stress, una realtà bella e virtuosa che emerge dall’ oblio che ha attanagliato l’Est Europa per anni. La città lascia alle spalle la pesante eredità del passato e guarda al futuro ricca di idee, in gran parte già realizzate: è stata classificata tra le città “più smart” del vecchio continente.

19/10/2020

Una capitale davvero green con un’altissima percentuale di strade pedonali, i trasporti pubblici elettrici e le aree verdi che coprono il 60% della città, una natura che si trasforma in opera d’arte nei mille colori dell’autunno. La capitale della Slovenia è la meta ideale per un fine settimana all’insegna del relax, un paradiso urbano a solo 1 ora e mezza da Trieste.

Lubiana è un piccolo scrigno ricco di tesori, una città con meno di 300.000 abitanti e l’identità di una metropoli: eclettica e funzionale, ricca di proposte ed eventi. Una capitale elegante, con un ricco patrimonio culturale, frutto di scambi e contaminazioni tipici dell’Europa dell’est.

Assicurazione viaggio - Helvetia OkTravel

Scopri i vantaggi di viaggiare in sicurezza

Clicca qui

I simboli indiscussi della città

Domina la città l’imponente castello di Lubiana, di origine medievale e ricostruito nel XVI e XVII secolo in seguito al terribile terremoto del 1515. Il maniero fu proprietà degli Asburgo ma perse la funzione di residenza nobiliare a metà del XVII secolo per diventare prima magazzino, poi caserma ed ospedale militare.
Da fine ‘800 sino alla fine della Seconda Guerra Mondiale il maniero fu adibito a penitenziario, infine cambiò nuovamente la sua funzione diventando finalmente un'attrattiva culturale nonché una popolare destinazione turistica in cui si svolgono concerti, eventi culturali, mostre e spettacoli.

Da non perdere anche la Cattedrale di San Nicola, uno dei più begli esempi di arte barocca in Slovenia, progettata dall’architetto gesuita Andrea Pozzo su modello della chiesa romana del Gesù, con pianta a forma di croce latina. In gran parte della città spiccano le opere del famoso architetto ed urbanista Jože Plečnik, fautore della trasformazione urbana di Lubiana: a partire dagli anni Venti fino all’inizio della Seconda Guerra Mondiale ridisegnò la città pianificando un’urbanistica strategica non priva di elementi decorativi ed armonici.

Un segno distintivo della capitale sono i ponti che attraversano il fiume Ljubljanica formando un’elegante trama, il più famoso è il Ponte dei Draghi, sorvegliato da quattro figure, le stesse dallo stemma di Lubiana, città che secondo la mitologia fu fondata da Giasone, l’eroe greco che uccise il drago. Questa struttura venne costruita nel 1900 per onorare i 40 anni di regno dell’imperatore Francesco Giuseppe I e si rivelò una vera e propria innovazione: una delle prime strutture in cemento armato edificate in Europa, concepita dall’ingegnere austriaco Josef Melan.

Cultura ed ecologia: gli assi nella manica di Lubiana

Lubiana, città di storia e di cultura, lo testimonia una delle mete più importanti del suo centro, la grande Biblioteca Nazionale ed Universitaria (NUK), l’opera più importante dell'architetto lubianese Joze Plečnik, costruita tra il 1936 e il 1941. Un enorme edificio di quattro piani che racchiude tesori inestimabili tra i quali manoscritti medievali e stampe rinascimentali. La capitale della Slovenia è città del sapere ma anche dell’etica, quella che sfuma ai toni del verde.

Una città green che ha saputo descrivere l’arte nella natura, un esempio perfetto è il Parco di Tivoli, il più grande della città. Un polmone verde di 510 ettari disegnati da sentieri geometrici, lunghi viali alberati e spazi decorati con statue e fontane zampillanti, un luogo delle meraviglie soprattutto in autunno quando si tinge di mille colori. Uno spazio verde frequentatissimo dai cittadini e dai turisti che amano passeggiare per la promenade Jakopič, che conduce alla Galleria Tivoli, Centro internazionale d’arte grafica, e al Castello Cekin, sede del Museo di Storia Contemporanea della Slovenia.

Il parco è meta di eventi sportivi e culturali, e ospita anche un giardino botanico, una piscina olimpionica all’aperto realizzata negli anni Trenta, campi sportivi e un palazzo dello sport realizzato nel 1965.

Perché scegliere Lubiana in autunno

Lubiana è una piccola capitale a misura d’uomo, dove oggi regna un’atmosfera rilassata e allegra, al mercato Centralna Tržnica si può vivere a pieno questa realtà. Un luogo di ritrovo e socializzazione, una rivalsa da un passato che segnò profondamente la città e i suoi abitanti.

La capitale slovena ne ha fatti di passi in avanti e oggi si rivela una smart city a tutti gli effetti, nella top five delle città più virtuose d’Europa. Uno stile di vita ecosostenibile, con una mobilità urbana che vanta veicoli ad impatto zero e un ampio numero di kavalir, veicoli ad uso pubblico elettrici. Non mancano i servizi di bike sharing, ideali per noleggiare una bicicletta nelle belle giornate d’autunno: BicikeLJ e Ljubljanansko kolo sono i principali.

Lubiana è una città che scegli di tornare alla natura ma senza rinunce alla tecnologia: sono diverse le app che facilitano il soggiorno in città, da Nexto che fornisce informazioni e aggiornate audioguide dei siti turistici e culturali più importanti, a Urbana, una tessera che consente di pagare i servizi pubblici direttamente sui mezzi. Lubiana ha riscritto la sua storia e si proietta ad un futuro sempre più innovativo, con un occhio di riguardo all’ambiente e alla qualità della vita, due elementi in forte simbiosi.

Scopri quanto costa l’assicurazione viaggio su misura per te.

Quando parti? In quanti siete? Quanto dura il viaggio?

In Slovenia sicuri e… assicurati

L’autunno 2020 si sta rivelando un periodo ancora legato all’incertezza.
Attenzione, precauzioni e buon senso sono un dovere, sebbene Lubiana (e la Slovenia tutta) sia una destinazione sicura e rispettosa.

Al momento la Slovenia prevede tre liste di paesi (verde, rossa e arancione), secondo le quali sono previste differenti regole per l’ingresso e la permanenza sul territorio sloveno dei viaggiatori. Attualmente l’Italia si trova nella lista arancione.
I cittadini italiani possono dunque entrare e soggiornare in Slovenia, essendo un paese UE, senza limitazioni e quarantena. 
Si consiglia ugualmente di informarsi sulla situazione attuale e in merito le misure al confine prima di partire.

È importante scegliere comunque una polizza che possa dare assistenza, rimborsare e dare tranquillità a tutti i turisti assicurati. Questo è il caso di Helvetia Ok Travel, grazie alla quale già nella forma di copertura “basic” è possibile usufruire dell’assistenza All Risks & Lifestyles e la copertura delle spese mediche in viaggio. Con la tariffa Premium, invece, si può aggiungere nel prezzo la tutela per il ritardo dell’aereo e l’interruzione, l'annullamento del viaggio, il bagaglio, gli infortuni di viaggio e volo, la tutela legale e la responsabilità civile.

Insomma, è importantissimo predisporre una partenza senza pensieri; l’incipit migliore per cominciare già adesso a sognare una magnifica vacanza autunnale in Slovenia.


Per saperne di più
Condividi questa pagina