Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

  • Mi interessano
    Si prega di verificare la connessione Internet
Link1
xxxx







Risparmio e Investimento

PMI e polizze risparmio-investimento: crescere insieme con i PIR

I Piani Individuali di Risparmio a lungo termine, i cosiddetti PIR, sono nati nel 2017 diventando subito un punto di riferimento nel mondo delle polizze di risparmio-investimento. Tra i loro punti di forza, vantaggi fiscali e la potenziale crescita del capitale investito.

10 settembre 2018, Autore: Giulia Benvenuto, Federica Tosi

I PIR costituiscono un nuovo strumento di investimento per veicolare il risparmio delle famiglie italiane verso le piccole e medie imprese italiane di diverso contesto dimensionale.

Le Piccole Medie Imprese (PMI) possono senza dubbio essere considerate la spina dorsale dell’Italia produttiva, rappresentando oltre il 95% delle attività produttive e l'81% degli occupati del settore privato, ed è grazie a loro che l’economia reale del nostro Paese risulta nonostante tutto in crescita.

ll Rapporto PMI 2017 di Cerved, Società specializzata nell’analisi del rischio, ha evidenziato infatti un quadro molto positivo sullo stato di salute delle PMI, in netta ripresa dopo gli anni della crisi economica. Il numero complessivo torna a crescere, con circa 145.000 aziende di piccole dimensioni e un aumento del 3,6% in un anno, dovuto soprattutto alla riduzione delle chiusure.
Sono in costante crescita anche i ricavi (+2,3%), e grazie ai bilanci più solidi sono in grado di far fronte a eventuali spese straordinarie. Dal Rapporto Cerved emerge che le PMI avrebbero la capacità economica di indebitarsi senza rischi per ulteriori 103 miliardi di euro.

Una realtà solida sui cui pensare di investire  

Come evidenziato dallo stesso rapporto Cerved, la ripresa delle PMI ha dunque basi finanziarie e reddituali molto solide, con elevata liquidità, capacità di autofinanziamento, e basso indice di “mortalità”.
Cosa c’entra tutto questo con le polizze di risparmio-investimento delle famiglie?
Il filo conduttore è costituito dai Piani Individuali di Risparmio a lungo termine, i cosiddetti PIR, introdotti in Italia dalla Legge di Bilancio 2017.
In pratica si tratta di uno strumento per investimenti a medio-lungo termine riservato alle persone fisiche residenti nel territorio dello stato italiano e non esercenti attività di impresa, con il quale si sceglie di destinare i propri risparmi alle PMI, in cambio di un rendimento e di vantaggi fiscali.
Ogni singolo individuo può aderire ad un solo contratto di tipo PIR, indipendentemente dalla forma contrattuale prescelta (O.I.C.R., contratto Assicurativo, gestione patrimoniale).
I PIR, inoltre, permettono di sostenere il sistema produttivo del nostro Paese in un modo intelligente.
Investire direttamente nelle PMI significa infatti avere l’opportunità di partecipare direttamente allo sviluppo economico e sociale, innescando un circolo virtuoso in cui imprese e risparmiatori collaborano nel reciproco interesse.

I PIR devono investire, per almeno i 2/3 di ogni anno solare, almeno il 70% del proprio patrimonio in strumenti finanziari di natura obbligazionaria e azionaria, sia quotati sia non quotati nei mercati regolamentati o nei sistemi multilaterali di negoziazione, emessi da società, residenti in Italia o in Stati membri dell’Unione Europea o aderenti all’accordo sullo spazio economico europeo con stabile organizzazione in Italia, che svolgono attività diversa da quella immobiliare; di tale quota almeno il 30% (pari al 21% di quanto raccolto) dovrà essere investito in strumenti finanziari con le caratteristiche indicate sopra ma emessi da società non comprese all’interno di indici ad elevata capitalizzazione (FTSE MIB o equivalenti di altri mercati regolamentati).

Tax Free: il segreto di un successo

Dopo un solo anno dal loro lancio, i PIR si sono già affermati come un grande successo: nel 2017 hanno raccolto circa 10 miliardi di euro, e si stima che entro il 2021 possano arrivare a 50 miliardi di investimenti.
Le ragioni di un simile “boom” sono da ricercarsi principalmente nei benefici fiscali di cui possono godere gli Investitori: l’investimento nel PIR, se mantenuto per almeno 5 anni, prevede infatti l’azzeramento della tassazione al 26% sul rendimento, ovvero del potenziale “capital gain”, che viene invece applicata ad altri strumenti, secondo le vigenti normative fiscali.

I PRODOTTI PIR DI HELVETIA VITA  

Helvetia Vita S.p.A. crede molto nei vantaggi offerti ai risparmiatori da questo nuovo strumento, considerandolo un’ottima soluzione per veicolare il risparmio delle famiglie verso imprese italiane selezionate con cura, in funzione della loro solidità, della loro strategia e della potenziale crescita degli utili.

In tal senso, Helvetia Vita S.p.A. ha realizzato due prodotti riservati esclusivamente alla costituzione di un Piano individuale di Risparmio a lungo termine:

  • HELVETIA PIR.IT: contratto finanziario-assicurativo di tipo Unit-Linked a premio unico, con la possibilità di effettuare versamenti aggiuntivi, le cui prestazioni sono legate direttamente al valore delle quote del Fondo Interno denominato "PIR ITALIA" e dedicato agli investitori con maggior propensione al rischio;
  • Helvetia MultiPIR.IT: contratto di assicurazione sulla vita che grazie alla sua struttura multiramo consente di investire contemporaneamente, il premio unico e gli eventuali versamenti aggiuntivi, in una linea rivalutabile ed in una linea di tipo Unit Linked. I premi versati sono, infatti, investiti secondo percentuali fisse e predeterminate pari al:

           - 70% nel Fondo Interno denominato "PIR ITALIA" (Unit Linked);
           - 30% nella gestione interna separata "Remunera più" (rivalutabile).

Tale prodotto è quindi destinato ad una clientela più prudente e che al contempo vuole diversificare il suo investimento.

Il Fondo Interno reso disponibile per l'investimento – appositamente costituito e caratterizzato da una gestione Multimanager attuata direttamente da Helvetia Vita – si caratterizza per un'architettura aperta e flessibile, idonea a poter utilizzare tutti gli strumenti finanziari "PIR compliant" disponibili sul mercato al fine di ottenere i migliori rendimenti possibili, sempre e comunque nel rispetto dei limiti previsti dalla Legge di Stabilità.

 

MESSAGGIO PUBBLICITARIO
HELVETIA PIR.IT è un prodotto finanziario – assicurativo di tipo unit linked emesso da Helvetia Vita S.p.A. e riservato ai propri Intermediari Assicurativi. Presso gli intermediari e sul sito internet della Compagnia sono disponibili il Prospetto d'Offerta e le Condizioni Contrattuali.
Prima della sottoscrizione leggere il KID, il Prospetto d'Offerta e le Condizioni Contrattuali.

HELVETIA MultiPIR.IT è un prodotto assicurativo emesso da Helvetia Vita S.p.A. e riservato ai propri Intermediari Assicurativi. Presso gli intermediari e sul sito internet della Compagnia sono disponibili il Fascicolo Informativo e le Condizioni Contrattuali.
Prima della sottoscrizione leggere il KID, il Fascicolo Informativo e le Condizioni Contrattuali.


Per saperne di più
Condividi questa pagina