Ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Utilizziamo anche cookie di profilazione e di terze parti per proporti comunicazioni commerciali in linea con la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni clicca qui. .

Proseguendo con la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. 

Mi interessano
?
Ti invitiamo a verificare la connessione Internet
Viaggi

Sulle tracce di Babbo Natale: i 5 Mercatini di Natale più a nord d’Europa

Lasciati travolgere dall’atmosfera unica ed avvolgente che si respira tra Finlandia, Norvegia e Svezia nel periodo dell’Avvento passeggiando tra le suggestive bancarelle, le luminarie e gli eventi tradizionali.

18/11/2019

L’atmosfera del Natale aleggia già nell’aria. Manca oltre un mese ma tutto profuma di gioia, serenità e di quell’alone magico che solo il Natale sa regalare. Non esiste forse periodo dell’anno più incantato non solo per i piccoli ma anche per i grandi.
Non c’è Paese che non si vesta di rosso, di luci, di suoni e canzoni che richiamano l’Avvento. Ma c’è una terra che più delle altre attrae in questo periodo: il Nord Europa, la patria per eccellenza di Babbo Natale.

Dicembre è infatti uno dei periodi più affascinanti per visitare alcune città come Helsinki, Rovaniemi, Stoccolma, Oslo e Bergen nelle quali la magia del Natale è una vera tradizione con eventi, mercatini, manifestazioni specifiche e ricorrenze che non hanno eguali.


Tra mercatini ed eventi: 5 idee di viaggio per un Natale nel Nord Europa!

Non c’è periodo più azzeccato dunque per un viaggio in Nord Europa tra Finlandia, Norvegia e Svezia, un’occasione unica per scoprire le meraviglie naturali e paesaggistiche di questi Paesi e vivere la meraviglia dei suoi eventi natalizi acquistando nei tipici mercatini oggetti di artigianato, decorazioni, dolci tradizionali, e poi ammirare le luminarie, i cori natalizi, le scenografie e i gesti tradizionali degli abitanti.

Dove andare dunque? Noi vi suggeriamo i 5 mercatini di Natale più a nord d’Europa. Ogni anno qui ritornano gli stand, le casette in legno e i banchetti espositivi per dare a tutti il lusso e la gioia di passeggiare, nonostante il freddo, in modo spensierato in quel mood atmosferico pregno di magia.

1. Helsinki

I mercatini natalizi di Helsinki prendono vita in centro città nelle settimane che precedono il Natale, dal 6 al 22 dicembre per quest’anno. Oltre 120 le bancarelle tra le quali girare ammirando e acquistando prodotti artigianali, lanterne, addobbi, cibo. Impossibile non lasciarsi attrarre dai calzettoni di lana, dai maglioni, dagli oggetti in legno per la casa e dalle caramelle, sorseggiando ovviamente bevande calde, prima tra tutti il glögi, la tradizionale bevanda natalizia a base di vino caldo, spezie, mandorle e uvette, ed una piccola spruzzata di vodka.
E poi c’è l’atmosfera incredibile delle luminarie su Aleksanterinkatu, la principale via dello shopping natalizio di Helsinki lungo la quale le vetrine dei negozi luccicano di addobbi. Tra le altre attrazioni anche il Parco del Ghiaccio nella piazza della stazione.

2. Rovaniemi

Atmosfera incredibile anche nella capitale della regione della Lapponia, Rovaniemi, conosciuta da tutti come il paese di Babbo Natale. Impossibile non visitare la casa di Santa Claus, circondata dagli elfi che si occupano in prima persona dei regali. La visita è gratuita e Babbo Natale è pronto per le foto con grandi e piccoli. Molto carino anche l’ufficio postale nel quale vengono smistate tutte le letterine che arrivano da ogni parte del mondo.
E poi c’è lo spettacolo delle aurore boreali e le fantastiche escursioni in slitta con le renne. Immancabile, ovviamente, anche a Rovaniemi il mercatino natalizio di dimensioni stratosferiche ricco di articoli di artigianato, design finlandese e cucina tradizionale che per il 2019 è programmato dal 9 novembre all’11 gennaio 2020.

3. Stoccolma

Il più antico mercatino di Natale d’Europa è probabilmente quello di Stoccolma che si svolge tutti gli anni nella città vecchia e risale al 1523. Tra le famose case settecentesche tutte colorate, le bancarelle natalizie vengono allestite in piazza di Stortorget, quest’anno aperto dal 23 novembre al 23 dicembre.
Oltre ai prodotti dell’artigianato locale e alle decorazioni in legno, sono delle vere chicche le stoffe e le ceramiche, ma anche i cibi tipici come le salsicce affumicate, il salmone, il panpepato, i dolci di marzapane e il glögg (vin brulè svedese) accompagnato rigorosamente dai pepparkakor, i biscotti allo zenzero e cannella.
Altro mercatino imperdibile è quello di Skansen sull’isola di Djugården, il primo museo all’aria aperta al mondo. I venditori sono vestiti con gli abiti tradizionali proponendo anche qui decorazioni, cibi tipici e prodotti dell’artigianato locale.

4. Oslo

Anche Oslo si veste a festa per il Natale. I festeggiamenti iniziano il 29 novembre con l’accensione del grande abete natalizio e le luminarie che colorano la capitale della Norvegia. Non mancano di certo i mercatini che popolano molte strade della città, in particolare la piazza del municipio con le caratteristiche casette di legno nelle quali vengono esposte manufatti di artigianato come maglioni, pantofole e altri capi di lana, addobbi in legno, dolci e specialità tipiche.
Altro mercatino si snoda al Museo del Folklore Norvegese che si sviluppa all’aria aperta ospitando oltre 100 bancarelle che oltre ai classici addobbi e oggetti d’antiquariato, espongono composizioni floreali, essenze e incenso.

5. Bergen

Natale da sogno anche nella capitale dei fiordi norvegesi, Bergen. Affacciata sul mare, nel periodo natalizio diventa una piccola bomboniera luminosa che si tinge di bianco, con la sua neve candida e naturale. Le casette in legno sono tutte illuminate e ornate con le ghirlande, sembra di essere in un film.
Nel centro città ogni giorno, a partire dal 29 novembre giorno della Festa delle Luci che apre l’inizio delle festività natalizie, ci sono degli espositori diversi che propongono una varietà di prodotti che spaziano dall’abbigliamento alla cosmesi agli oggetti d’arte. Per i bambini un vero spasso sono le attrazioni del divertimento tra cui la ruota panoramica e la giostra dei cavalli.


Assicurazione viaggio, meglio non partire senza

Partire è sempre bello, ma oltre la magia del periodo natalizio in questi luoghi stupendi del Nord Europa, è bene non lasciare nulla al caso. Molto importante è stipulare una polizza di assicurazione per il viaggio, meglio se completa che tutela il viaggiatore non solo dal punto di vista medico ma anche durante il viaggio stesso.
L’assicurazione medico-sanitaria permette di essere tutelati contro ogni imprevisto che intacca la salute. Da non sottovalutare sono, infatti, le temperature decisamente diverse dall’Italia. Molto più fredde potrebbero cogliere impreparati i viaggiatori che si scontrano contro quello che per loro può essere il primo vero freddo stagionale. 
A questa si può aggiungere anche l’assicurazione per smarrimento o furto del bagaglio e quella per la responsabilità civile che copre i danni arrecati involontariamente a terzi.

Scopri quanto costa l’assicurazione viaggio su misura per te.

Quando parti? In quanti siete? Quanto dura il viaggio?

Quanto costa un viaggio nei Paesi del Nord Europa?

Andiamo ora al budget da mettere in conto per un viaggio nei Paesi scandinavi. Norvegia e Svezia, in particolare, sono nazioni molto ricche nelle quali il costo della vita è molto elevato. Occhio dunque a pianificare bene il budget da spendere. Molto positivo è il fatto che questi Paesi sono serviti da compagnie low cost e quindi almeno sul viaggio in aereo si può risparmiare. Tasto dolente è il pernottamento.
I costi per dormire non sono molto economici, gli hotel sono davvero molto cari, con gli ostelli si risparmia certo ma il prezzo rimane comunque alto rispetto agli standard a cui siamo abituati. Anche mangiare nei ristoranti è molto costoso. Una buona soluzione è provare spuntini locali e prendere dei menù nei fast food o ancora, in alternativa acquistare snack veloci nei supermarket che sono decisamente più economici. Molto costosi sono anche il caffè e le birre, soprattutto se di marchi locali. Non va meglio nemmeno dal lato trasporti, efficienti ma anch’essi molto costosi. Prima di partire dunque fate bene i conti in tasca e organizzate al meglio il budget che avete a disposizione.


Per saperne di più...
Condividi questa pagina