Mi interessano
?
La funzione «Cerca» non è al momento disponibile, la preghiamo di riprovare più tardi.
La invitiamo a contattarci. Al formulario di contatto
vorsorgeausweis

Il vostro certificato di previdenza spiegato con semplicità.

Almeno una volta all’anno ricevete dalla vostra cassa pensione il certificato di previdenza. In tutta sincerità: lo leggete? O lo riponete subito nella rispettiva cartella senza nemmeno dargli un’occhiata? Vi spieghiamo perché fareste meglio a leggerlo attentamente e che cosa significano queste cifre per la vostra soluzione previdenziale.
Richiedi una consulenza
Fissate un appuntamento per una consulenza
Error.
Utilizza la posizione attuale
Richiedi una consulenza
Fissate un appuntamento per una consulenza
Error.
Utilizza la posizione attuale

Certificato di previdenza in breve

Sul certificato di previdenza trovate una panoramica delle prestazioni che vi spettano in virtù della previdenza professionale. Il certificato di previdenza, detto anche certificato della cassa pensione, viene rilasciato all’inizio di ogni anno, dopo che la datrice/il datore di lavoro ha comunicato i salari aggiornati.

Sul certificato di previdenza sono indicati, tra gli altri, i seguenti dati di riferimento:

  • Salario assicurato
  • Contributi annui alla cassa pensione da parte della/del dipendente e della datrice/del datore di lavoro
  • Avere di vecchiaia previsto al momento del pensionamento
  • Prestazioni in caso di invalidità o di decesso
  • Riscatti e possibilità di riscatto nella cassa pensione
  • Prestazioni in caso di pensionamento anticipato

Struttura del certificato della cassa pensione

Dati personali

Nella parte superiore del certificato sono indicati i vostri dati personali. Tra le altre cose, sono riportati il momento in cui avete aderito alla cassa pensione e il termine di pensionamento ordinario previsto. Ai fini del calcolo dei premi e della fornitura di prestazioni, sono importanti soprattutto la vostra età, lo stato civile e il sesso.

Dati sul salario

In questa sezione trovate i dati salariali. Il salario assicurato è un fattore di riferimento centrale della previdenza professionale. Serve a determinare i contributi e le prestazioni previdenziali. Il salario assicurato si basa sul regolamento o sul piano di previdenza della vostra cassa pensione.

Accredito di vecchiaia

A partire dal 25° anno di età, voi e la vostra datrice/il vostro datore di lavoro versate mensilmente un contributo di risparmio nella vostra cassa pensione. L’ammontare dell’accredito di vecchiaia dipende dall’età e dall’importo del salario assicurato.

Oltre al contributo di risparmio mensile, è riportato anche il contributo di rischio per invalidità e decesso, obbligatorio già a partire dal 1º gennaio successivo al compimento del 17º anno di età.

I contributi delle/dei dipendenti sono trattenuti dal salario mensile e versati alla cassa pensione dalla datrice/dal datore di lavoro insieme alla sua quota. La datrice/Il datore di lavoro è tenuta/o a versare almeno il 50% dei contributi totali.

Avere di vecchiaia e rendita di vecchiaia

Nel vostro certificato di previdenza trovate il vostro avere di vecchiaia attuale e il relativo andamento nell’ultimo anno. Siccome il vostro avere di vecchiaia matura interessi anno dopo anno, la remunerazione può far aumentare notevolmente il vostro avere nel corso degli anni.

I dati di riferimento «Avere di vecchiaia previsto» e «Rendita di vecchiaia annua prevista» indicano quanto denaro riceverete dalla vostra cassa pensione al momento del pensionamento o dopo. Sono indicate anche le «Prestazioni previste in caso di pensionamento anticipato». Se state pensando di andare in pensione anticipatamente, osservando questo dato potete valutare l’impatto che avrebbe tale decisione sulle vostre prestazioni di vecchiaia.

Il certificato di previdenza rappresenta sempre un’istantanea e si riferisce al giorno in cui è stato aggiornato. Oltre alla remunerazione variabile, anche altri fattori come per esempio modifiche salariali, un nuovo grado di occupazione o il passaggio a un’altra cassa pensione possono provocare variazioni alle prestazioni.

Prestazioni di rischio in caso di invalidità o di decesso

In questa sezione potete verificare come la cassa pensione tutela voi e i vostri familiari in caso vi accada qualcosa.

In caso di incapacità di guadagno, sia per malattia che per infortunio, la vostra cassa pensione vi corrisponde una rendita d’invalidità e, se avete figlie o figli, delle rendite per figli d’invalido. Tali prestazioni vanno a integrare l’assicurazione per l’invalidità.

In caso di decesso, il vostro o la vostra coniuge riceve una rendita annua. La maggior parte delle casse pensioni eroga anche prestazioni per partner conviventi. Questi ultimi, però, devono essere notificati alla cassa pensione. Se vivete in regime di unione domestica registrata, è importante inoltre verificare ed eventualmente far modificare l’ordine dei beneficiari. Le vostre figlie e i vostri figli ricevono una rendita per orfani, erogata fino al compimento del 18° anno di età, o fino al termine della formazione (al massimo fino al compimento del 25° anno di età).

Riscatti nella cassa pensione

Per accrescere i fondi di previdenza, potete effettuare riscatti volontari nella cassa pensione. Con un riscatto aumentate il vostro avere di vecchiaia e quindi anche la rendita di vecchiaia nonché le prestazioni di rischio. Di regola la somma di riscatto può essere detratta dalle imposte. La somma di riscatto massima prevista dal regolamento indica l’importo massimo che potete versare nella cassa pensione a titolo aggiuntivo.

Prelievo anticipato di averi della cassa pensione

Una delle poche possibilità per prelevare anticipatamente denaro dalla cassa pensione è il finanziamento di un’abitazione di proprietà ad uso proprio. L’importo anticipato a tal fine è indicato sul certificato di previdenza. Il prelievo anticipato è soggetto a condizioni quadro e a partire dal 50° anno di età si aggiungono ulteriori limitazioni. In caso di interesse consigliamo di ricorrere a una consulenza individuale, poiché il prelievo anticipato incide sulle prestazioni della cassa pensione. Inoltre, l’ammortamento dell’ipoteca può essere organizzato in diversi modi. Tutto questo ha conseguenze anche sull’onere fiscale.

Grafik Vorsorgeausweis IT
Il certificato di previdenza riporta lo stato del vostro patrimonio nella cassa pensioni e anche altri indicatori rilevanti per la pianificazione previdenziale.

Buono a sapersi

Il certificato di previdenza attuale si riferisce al reddito del momento, alla vostra attuale soluzione per la cassa pensione e agli interessi e la legislazione applicabili al momento. Le cifre cambieranno fino al momento del pensionamento. In linea di principio vale quanto segue: più si avvicina il pensionamento, tanto più precisi sono i dati. Anche il tasso di conversione può cambiare nel tempo. Esso è rilevante per la conversione del vostro capitale in una rendita di vecchiaia, se preferite la rendita a un prelievo di capitale. Le prestazioni possono subire variazioni anche a causa del prelievo anticipato di capitale per la proprietà d’abitazioni, dell’aumento dell’avere di vecchiaia attraverso un riscatto volontario o della suddivisione degli averi di vecchiaia in seguito a un divorzio.

Consulenza previdenziale. Fissate un appuntamento.

Telefonicamente, da casa o da noi in agenzia: Siamo lieti di aiutarti a pianificare la vostra previdenza individuale e a trovare soluzioni adeguate. Fissi ora un appuntamento per una consulenza in modo rapido e semplice. Non esiti a contattarci.

Siamo a vostra disposizione.

Fissa un appuntamento
Richiedi una consulenza
Fissate un appuntamento per una consulenza
Error.
Utilizza la posizione attuale